ebike naturtecnica

eBike: il nuovo demonio per Parchi e Comunità Montane

pubblicato in: Escursionismo | 0

eBike sui sentieri: fenomeno da assecondare o arginare?

L’altro giorno mi è capitato di confrontarmi con il Direttore di un Parco Regionale, grande appassionato di outdoor e mountainbike in particolare.
Si parlava di eBike e mi chiedeva come mai avessi scelto di passare a questo tipo di MTB, come mi trovassi e le solite giustificate domande sull’autonomia della batteria.

Quando ho espresso il mio entusiasmo visto che questo tipo di bici permette di affrontare percorsi che con una bici normalenon si potrebbero fare, il Direttore ha manifestato grande preoccupazione.

“Ci troveremo presto a dover affrontare questo problema delle eBike: ci troveremo mountainbike su sentieri per pedoni e a recuperare gente che a causa della eBike si metterà nei guai perché impreparata ad affrontare certi percorsi… purtroppo ci troveremo nella condizione di vietare e chiudere certi sentieri alle eBike”.

Personalmente ritengo che i timori del Direttore non sia infondati.
È chiaro che le eBike spingono molto in avanti il limite di ogni biker provetto o principiante che sia, smussando quello che è il senso del pericolo che ogni escursionista dovrebbe avere ben sviluppato. Però, secondo me, è proprio qui che le Istituzioni che si occupano di territorio ed escursionismo dovrebbero intervenire.
Sempre ed indipendentemente dal fenomeno delle eBike.

Come?
Educando invece che vietando.

Parchi, Comunità Montane e il CAI etc… dovrebbero organizzare degli incontri, partendo dalle scuole arrivando ai gruppi sportivi, in cui esperti spiegano ed insegnano:

  1. il rispetto per la natura;
  2. le regole fondamentali della cultura dell’escursionismo;
  3. il rispetto per le altre tipologie di utenti;
  4. il lavoro complesso di chi gestisce il territorio e i sentieri;
  5. come coinvolgere le realtà locali per una pacifica convivenza tra tutte le tipologie di utenze;
  6. che educare è meglio che vietare.

Perché si sa che ciò che è vietato ha un fascino particolare…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *