gps glonass galileo naturtecnica

GPS, GLONASS, GALILEO, WAAS, EGNOS

pubblicato in: GPS e GIS, GPS e Outdoor | 0

Facciamo un po’ di chiarezza tra queste sigle

Il sistema di posizionamento e navigazione satellitare nasce per assecondare l’atavica necessità dell’uomo di conoscere la propria posizione sulla faccia della terra e orientarsi.

In principio erano il sole e le stelle, poi la bussola. Da qualche decina d’anni ci sono i ricevitori satellitari.

Conoscere le coordinate della propria posizione o di un punto oggi ci sembra una cosa scontata: ma, sebbene quasi tutti sappiamo che il sistema si basa su satelliti che orbitano intorno alla terra, in pochi sanno che il sistema di posizionamento e navigazione satellitare non è unico.

In questo articolo, molto brevemente, spiegheremo quali sono effettivamente i sistemi in funzione.

NAVASTAR GPS – NAVigation Satellite Timing and Ranking Global Positioning System

Più semplicemente conosciuto come GPS è il sistema sviluppato per scopi militari dagli Stati Uniti. Dai primi anni del 2000 il sistema è stato reso disponibile per scopi civili.
Consta di 32 satelliti orbitanti di cui 24 effettivamente in utilizzo (definiti “segmento spaziale”) e i restanti di scorta; la gestione dei satelliti avviene tramite stazioni terrestri che monitorano continuamente le orbite dei satelliti e intervengono in caso di errori (“segmento terrestre”).
Il sistema GPS non copre i due poli terrestri.
Il sistema GPS è di proprietà degli Stati Uniti: potrebbe essere “nascosto” al resto del mondo in ogni momento…

GLONASS

Il GLONASS è il sistema di posizionamento e navigazione satellitare sviluppato dalla Russia negli anni ’80 del secolo scorso. Molto simile al GPS americano, consta di 24 satelliti ed è anche questo gestito da stazioni di terra. Il sistema GLONASS, pur trasmettendo segnali radio differenti dal sistema GPS, si integra perfettamente con quest’ultimo.
Il sistema GLONASS è di proprietà della Russia: potrebbe essere “nascosto” al resto del mondo in ogni momento…

GALILEO

Galielo è il sistema di posizionamento e navigazione satellitare sviluppato in EUROPA e specifico per i paesi europei. Questo sistema, che superata la fase di rodaggio dovrebbe entrare a pieno regime dal 2020, nelle intenzioni dovrebbe garantire maggior precisione per gli utenti europei. Attualmente funzionano solo 3 satelliti ma a pieno regime saranno 27 più 3 di scorta.

Il sistema così pensato è autosufficiente ( e si integra perfettamente con GPS e GLONASS) nel caso in cui GPS e GLONASS non dovessero essere più resi disponibili per usi civili…

EGNOSS

Egnoss è un sistema europeo di satelliti geostazionari ed è stato pensato per la navigazione aerea: la differenza rispetto agli altri sistemi è che i satelliti invece di orbitare stazionano in una posizione fissa sopra l’Europa.
Il vantaggio è quello di un sistema di punti di riferimento fissi (come fossero dei capisaldi di una rete). Egnoss entrarà a breve nel sistema Galileo.

WAAS

WAAS è il corrispettivo di EGNOSS per gli Stati Uniti.

Conclusioni

Da questo rapido excursus sui sistemi di posizionamento satellitare attualmente disponibili, ne consegue che quando acquistiamo un ricevitore per il posizionamento satellitare escursionistico questo sarà tanto più efficace quanti più sistemi sarà in grado di riconoscere e gestire.

Per cittadini escursionisti ed europei è consigliabile acquistare strumenti che siano in grado di interagire almeno con GPS, GLONASS e EGNOSS.
Per quanto riguarda GALILEO, è ancora un po’ presto visto che è in fase di rodaggio e sul mercato, a parte qualche smartphone di ultimissima generazione, non ci sono ancora strumenti in grado di utilizzarlo.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *